mercoledì, marzo 26

Come organizzarsi a scuola con un iPad/iPhone

In questo articolo non voglio descrivere una serie di applicazioni per studiare delle singole materie o che raccolgono un insieme di formule e istruzioni, ma indicare alcune (poche) apps per organizzare i propri documenti ed il proprio tempo a scuola.
Ce ne sono molte altre simili a queste e ogni giorno ne vengono pubblicate di nuove, queste sono quelle che durante i test mi sono piaciute di più; la scelta si basa sia su considerazioni oggettive, gratuite, pubblicità assente o poco invasiva, possibilità di collegamento e condivisione, semplicità d'uso, ma anche su considerazioni soggettive come l'estetica delle pagine.


Sono apps che richiedono una connessione alla rete solo per la sincronizzazione, quindi possono essere utilizzate anche quando non si è connessi ad una rete wi-fi.

Ci sono anche delle apps pre-installate che se configurate bene possono aiutarci ad organizzare le nostre giornate come Calendario e Promemoria ed altre utili ad annotare appunti in qualsiasi forma (audio, testo o immagine) come Memo Vocali, Fotocamera e Note. Tutte applicazioni che possono essere sincronizzate con il proprio account Gmail.

In questa sede parlerò di quelle specifiche che si possono trovare (in versione gratuita) sull'Apple Store.


Orario delle Lezioni e Compiti

IoStudente
Tra quelle che ho provato questa, secondo me, è la migliore. Permette di definire l'orario delle lezioni nei vari giorni della settimana, le date delle verifiche (esami), i compiti per casa, ed appuntamenti vari. Per ogni attività vengono gestite le notifiche. Puoi scaricarlo da qui.





Altre app simili:

Orario delle Lezioni
inClass

The Homework


School Contdown

SchoolLife
OrarioLezioni







Documenti e Appunti

EverNote
E' il top delle applicazioni per prendere appunti, note, elenchi puntati, e per catalogarli in "taccuini" diversi (che possono essere, ad esempio, le materie scolastiche). Esiste anche la versione per PC che si sincronizza con quella dello smartphone e del tablet. Ci sono anche molte applicazioni aggiuntive da utilizzare con Evernote che sono molto interessanti ed altre che prevedono di trasferire link e note ad Evernote. Puoi scaricarla da qui.



Mio figlio (su Android) usa Google Keep e Google Task, ma le versioni pubblicate sull'Apple Store non sono proprietarie (di Google) e poco pratiche; inoltre la pubblicità è piuttosto invasiva e fastidiosa.

E' una ottima applicazione che permette di creare documenti, fogli di calcolo, disegni e foto.
Molto intuitiva e con la possibilità di salvare sia localmente che nei più conosciuti ed utilizzati clouds come iCloud, Google Drive, Dropbox, Sky Drive, ecc.
Puoi scaricarla da qui.


Archiviazione

Quando creiamo note, appunti, foto ed altri documenti, questi vengono archiviati (salvati) localmente nel proprio smartphone o tablet. In questo modo sono sempre consultabili anche in assenza di una connessione a internet. Ci sono situazioni, però, in cui avremmo bisogno di alcuni documenti, ma siamo fuori casa e non li abbiamo salvati sul nostro telefonino. In questi casi, o quando si vuole condividere un documento con altri, può essere utile salvare i nostri dati nel cosiddetto "cloud", nella "nuvola informatica".
Cos'è questa nuvola? L'impressione è quella che i nostri dati siano sparsi da qualche parte nel cielo e che, potendo guardare dentro le nuvole, si possano vedere caratteri e numeri mescolati tra loro. La realtà è molto più semplice. Per spiegarlo con termini non troppo tecnici, si tratta di dischi collegati alla rete, messi a disposizione da diversi provider, dove poter archiviare i propri dati. Ne esistono di gratuiti e a pagamento. Richiedono una registrazione (per collegare i dati al legittimo proprietario) e mettono a disposizione uno spazio gratuito limitato (2 GB, 5 GB) che può essere aumentato pagando un canone.
Per avere più spazio, senza pagare, ci si può registrare con account diversi o a provider diversi, ad esempio Dropbox, Google Drive, One Drive (ex Sky Drive).
Così da qualsiasi PC in rete si può andare su un browser (Internet Explorer, Chrome, Firefox) collegarsi al sito che gestisce l'archiviazione (es. Dropbox) digitare utente e password ed avere a disposizione i propri dati.

Dropbox
Google Drive

Box
One Drive


Ma come fare a trovare un documento se utilizzo tanti clouds? Ecco la soluzione: digito la parola da cercare e Octonius la cerca sia nel nome del documento che al suo interno. Permette anche di salvare in locale i documenti trovati per averli a disposizione quando non c'è connessione internet e di catalogarli in raccolte omogenee. Puoi scaricarlo da qui.


Utilità

MyScript Calculator
Un'ottima calcolatrice, che permette di scrivere le formule scrivendole con il dito e che risolve anche equazioni. Puoi scaricarlo da qui.






Document Scanner Pro
App migliorabile, a volte si blocca, ma con buone funzioni. Riconosce da una foto (del rullino o scattata al volo) il testo e permette di modificarlo prima di salvarlo in formato txt. L'ho testato fotografando delle fotocopie e malgrado la bassa qualità delle stesse il risultato è stato buono.
Puoi scaricarlo da qui.




Conclusioni

Le apps che ho descritto sono solo alcune, quelle che uso personalmente, ne esistono molte altre che fanno le stesse cose in modo più o meno simile. Sono soggette a molti cambiamenti nel corso del tempo e può capitare che una app che oggi reputo buona con le modifiche apportate non la consideri più tale. E' un mondo in continua espansione e cambiamento, star dietro a tutte questo non è facile. Il mio consiglio è quello di affidarvi ad apps che provengano da produttori di fama mondiale e prima di scaricarle leggete sempre anche le recensioni degli altri utenti.

2 commenti:

Condividi su